Adulti

  • Contatti Donne

    È tornata la primavera e con essa anche il tuo raffreddore allergico, il mal di gola perchè hai deciso di vestirti più leggera e la tua voglia di far dispetti e capricci. Oggi in particolare ti vedo mogia, ma piena di vita. Mi vedi e mi abbracci e mi dici saltellando quel poco che riesci, oggi passeggiata vero ?? Così saliamo in auto e andiamo a farci una passeggiata, non al solito posto, ma al villaggio industriale, così puoi far foto e distrarti.

  • Donne In Cerca Di Uomini A Pagamento

    Ci vuole poco e quando iniziamo la discesa il panorama è incantevole, erba verdissima nei piccoli prati delle villette e fiori appena sbocciati alle estremità dei rami, piccole macchie di colore con sfondo verde . Lo vedo che non stai nella pelle, prepari la macchina fotografica al collo e quando ci fermiamo mi passi la tua borsa e mi dici “ andiamo” ci sono così tanti angoli stupendi ….... Cerchi di rimetterti in ginocchio per alxarti con laiuto della panchina, mi sono voltato per cercarti e sto osservando tutto, ho il cuore in gola e corro tornando indietro per vedere se stai bene. Ti trovo li seduta con le lacrime che ti rigano il volto e ti abbraccio forte e ti faccio rialzare ma sento che ti appoggi più del solito a me per rimanere in piedi, così ti giro e ti faccio sedere sulla panchina.

  • Siti D Incontro L'Aquila

    Ti massaggi il ginocchio mentre cerchi di calmarti. Prendi un altro fazzoletto e ti asciughi gli occhi, soffi il naso e mi sussurri che ero scappato avanti e senza la borsa non avevi neppure il telefono, e con la voce bassa non ti sentivo e ricominci a piangere ….. Ovviamente ti prendo la mno e mi adeguo al tuo passo, poi apro lauto e ti faccio accomodare sul sedile posteriore, chiudo e salgo al mio posto e ti dico “ io drive” e ridiamo di cuore. Parto e cerco di allungare il ritorno perchè ho bisogno di calmarmi e pensare al mio scricciolo seduto a terra in lacrime anche per colpa mia.

  • Video Per Adulti

    Sono andato molto piano ed ho finto di sbagliare strada un paio di volte, ma dovevi reagire, urlarmi qualcosa parlarmi, ed invece stavi zitta fissando lo specchietto per vedere me e le mie espressioni. Ho pensato che riflettevi sul mio proposito di sculacciarti in mezzo alla pineta noncurante di chi potesse passare , e così sono arrivato al nostro posto tranquillo , e mi sono accomodato di fianco a te e ti ho abbracciata forte sussurrandoti che mi ero spaventato e tu mi hai stretto e detto che anche tu lo eri perché non riuscivi a farti sentire. Ti ho fatta accoccolare con la testa sulle mie ginocchia per poterti coccolare e soprattutto per calmarti perché ti stavi agitando di nuovo ed ho visto scendere ancora una lacrima. Ti accarezzo i capelli e ti dico che non volevo sculacciarti però hai disobbedito tutta settimana; prima con lantistaminico per il raffreddore allergico e poi per il fiore, quindi ora ti sistemi sulle mie ginocchia e le prendi per tutta la settimana.

  • Donna Cerca Uomo Messina

    Ti sollevi piano e ti sposti quel tanto che basta per metterti in posizione e poi attendi trattenendo il fiato. Aspetti il mio primo colpo che non tarda ad arrivare, così come gli altri molto vicini e pesanti “ quando papino ti consiglia di prendere le medicine tu devi ascoltarlo e non fare sempre di testa tua! é una bimba malata non si sculaccia”. Ho continuato a sculacciarti per qualche minuto finchè ho notato che iniziavi a spostarti così ho preso la spazzola e te ne ho date qualcuna dicendoti che devi prendere tutte le medicine che servono per farti stare bene.

  • Siti Per Annunci Gratis

    Poi ti ho abbassato i pantaloni e ti ho massaggiato il sedere per calmarti “ se prendevi le medicine saresti riuscita a chiamarmi e farti sentire, invece con questa vocina da raffreddore ti sento a malapena qui in macchina “ ti ho abbassato le mutandine e sempre con la spazzola te ne do una cinquantina “ queste sono perché mi hai disobbedito oggi, poi la lascio sulla schiena e riprendo con la mano. So che ti fanno più male ma voglio essere sicuro che tu capisca che ci tengo alla tua salute. Ogni volta che colpisco vedo che cerchi di rialzarti, ma poi ti riabbassi prendendone altre fino a quando sento che mi chiedi scusa e prometti di non farlo più. A questo punto prendo di nuovo la spazzola e mentre colpisco ti dico “ anche le altre volte promettevi di ascoltarmi e poi non lo fai, questa volta voglio essere sicuro che prima di disobbedire tu ci pensi due volte e chiedi consiglio al tuo culetto “ colpisco mediamente forte ma bastano pochi colpi per farti muovere come unanguilla e sentire la tua voce sofferente promettere davvero di non farlo più.

  • Donna Incontra Uomini

    Mi basta il tono della voce per capire che non ne puoi più prendere. Smetto e inizio a massaggiarti dolcemente mettendoti anche la crema allarnica per prevenire i lividi ed il mentolo ti aiuta anche a respirare meglio. Poi ti rialzo mutandine e pantaloni e ti metto tra i denti una caramella x il mal di gola “ succhiala e falla sciogliere bene, non ti guarisce subito, ma starai meglio “ e poi ti rimetto con la testa sulle gambe e ti coccolo perché sei una piccola peste , ma sei la mia piccola peste e ti voglio bene. Toscancontrario Mi chiamo Massimo, ho quarantasette anni, ho una figlia di venti anni (Giorgia) e sono divorziato da cinque anni.

  • Annunci di sesso Perugia

    I rapporti con la mia ex moglie non si possono certo essere definiti idilliaci visto l’astio che ci portiamo indietro da ormai molti ann… Read more DAL MEDICO PER PRENDERLO NEL CULO (ito madre figlio) LOREDANA: anni (mamma) Bambola di carne Lappuntamento era con una persona che non avevo mai avuto loccasione di incontrare prima. In precedenza era intercorso un lungo scambio di e-mail e questo rapporto epistolare mi aveva reso lidea di chi avrei tra poco incont… Read more Sono single convinto di anni. Mi piace cercare sposine e coppie di scambisti su internet o nei locali della Toscana, e ho avuto diverse esperienze al riguardo. Ho anche due amici con cui ogni tanto capita di “collaborare”, e non mi vergogno di dir… Read more Verso le mio zio mi fece rivestire e mi portò a casa, mi disse che le iniezioni in dosi così massicce mi avrebbero portato delle controindicazioni ma che sarebbero state sopportabili, forse vertigini o nausea oppure senso di stordimento ma che l’indomani mattina mi sarei sentita molto meglio.

  • Annunci Per Adulti Terni

    I soldi guadagnati in questa sessione di sesso avrebbero completato la cura soprattutto grazie alla donazione di alcuni dei clienti più generosi ed entro pochi giorni mi è stato detto che avrei potuto sospenderla in attesa di un’altra dose massiccia e definitiva tra una quindicina di giorni seguita da un’operazione. Quando mi permisi di chiedere di che operazione si trattasse mi venne spiegato che si trattava di una sorpresa e che non avrei più dovuto chiedere oppure informarmi al suo riguardo , cosa che non feci. I giorni che seguirono furono terribili, dovetti fare sesso con ogni tipo di maschio anche quelli più ripugnanti…bastava che pagassero. E più erano perversi più pagavano…..

  • Aladino Annunci

    Ripresi la cura e mi successe una cosa inaspettata, mi innamorai…si mi innamorai di Lin….volevo scappare con lei e riprendermi la mia mascolinità. Pensai che per quanto massicce fossero le dosi ormonali avrei potuto tornare alla normalità con degli antidoti già sperimentati… feci l’errore di confidarlo proprio a Lin non sospettando minimamente che lei stesse facendo il doppio gioco. Ma bella lei! Così volevi abbandonarmi?

  • Siti di sesso Milano

    Tornare maschietto? Ti piacerebbe vero? Ma se lo volevi dovevi solo chiederlo .. In fin dei conti sei la mia nipotina….Ti manderò io da un mio amico che annullerà l’effetto delle iniezioni e ti farò somministrare una nuova cura ormonale maschile, contento?” “Davvero zio lo faresti?

  • Siti di sesso Bari

    Ma certo,lo dovresti sapere che ti voglio bene!!!” L’aria di sincerità e il volto angelico mi persuasero. Mi offrì un bicchiere di gin per festeggiare e per salutarci . Cin Cin Gabriele!” mi disse rivolgendosi a me al maschile. Il mondo attorno a me ruotò vidi le pareti chiudersi su di me come per schiacciarmi e svenni.

  • Incotri Per Adulti Catanzaro

    Mi risvegliai non so quanto tempo dopo in un letto d’ospedale le mani legate ai lati del letto venivo imboccata e abbeverata dalle infermiere. Tenevo vicino alla mano destra un pulsante per chiamare le infermiere in caso di bisogno ,portavo il catetere e per altri bisogni ci avrebbero pensato loro. Alla mia domanda riguardo il motivo per cui ero in ospedale un medico mi disse un termine finora sconosciuto alle mie orecchie : ORCHIECTOMIA TOTALE! Non sapevo cosa significasse ma lo seppi quando venni dimessa: in poche parole ero stata castrata!

  • Annunci Donne A Milano

    Passarono alcuni giorni di degenza in cui mi vennero somministrati vari tipi di farmaci e flebo finchè un giovedì mattina venni dimessa. Quando mi vestii notai una sostanziale differenza nel mio corpo, non solo non ero più in possesso dei miei testicoli ma al loro posto c’era una sacca morbida e vuota e il mio pene si era ridotto in modo esponenziale ma anche i miei fianchi e il mio petto erano aumentati parecchio per non parlare del sedere….I capelli erano cresciuti lungo il collo ( una specie di caschetto ) e non notavo più alcun segno di peluria sul mio viso. Quando scesi verso l’uscita dell’ospedale con Lin notai alcuni maschi girarsi per guardarmi uno di loro perfino si mise a fischiarmi in segno di approvazione. Ma non ebbi voglia di ridere…mi sentivo giù….depressa.

  • Siti di incontri L'Aquila

    Arrivai a casa e mi feci una doccia…dopo un bel po ebbi il coraggio di guardarmi allo specchio e ciò che vidi mi lasciò di stucco e non positivamente. Avevo un seno ! Credo una seconda misura , fianchi e culo larghi e non esisteva in me ombra di peluria ad eccezione del pube…ma a quanto mi diceva Lin mi avrei dovuto depilare perfino quello….La mia pelle era liscia e fine…molto più sottile di prima e le mani e i piedi più esili …. I capelli mi erano cresciuti velocemente, ora il volto era molto più femminile e per finire non c’erano loro le mie palle sembrava fossero state risucchiate e il pene somigliava a quello di un ragazzino con la differenza che rimaneva molle anche alle sollecitazioni..

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |