Sexo

  • Siti Per Gay

    Mi sarei dovuto incamminare in piena notte vestita come una puttana senza trucco ne parrucca…completamente riconoscibile pinkslip to pinkslip : Continua a scrivere....sei fantastica Eccitantissimo....ho membro durissimo Il Resto della Storia una sera del esco da lavoro, ai tempi facevo il turnista e quella settimana facevo il secondo turno quindi uscivo alle dieci di sera, ero felicemente single e questo mi permetteva ogni tipo di trasgressione, telefonate erotiche a qualunque ora del giorno, recarmi ai sexy shop per acquistare riviste o video porno che poi lasciavo tranquillamente in casa e soprattutto la notte recarmi con la macchina lungo le strade della mia città per andare alla ricerca delle belle di notte. ò ricordo il mortorio, neanche una puttana, poi improvvisamente sotto il lampione vicino ad un piccolo parcheggio la vedo, una ragazza bionda, giovane, un corpo mozzafiato contenuto in un microscopico ed eccitantissimo completino sexy, mi fermo per contrattare e scopro che è spagnola, ha un viso meraviglioso e la carico immediatamente, mi indica il piccolo parcheggio dove dobbiamo recarci, così mi fermo e la pago, trenta euro e mentre lei mette via i soldi nella borsetta io mi calo per bene i pantaloni tirando fuori il cazzo durissimo. Poi lei mi guarda e mi domanda"con o senza guanto?" la guardo un po titubante incerto della domanda che mi ha posto e così le rispondo semplicemente di non aver capito, lei allora più decisa ripete"con o senza preservativo?" Fino a quel momento avevo sempre usato il preservativo senza mai pensare di andare con una prostituta senza, ma guardandola leccitazione ha preso il sopravvento e senza pensarci le ho risposto di botto "senza". ù sul mio cazzo che sparisce e ricompare tra nella sua bocca, sento la sua lingua che gira freneticamente sulla cappella, fino a quando mi sento una vampata partire dalla bocca dello stomaco per esplodere in tutte le direzioni e le vengo tutto dentro la bocca, ma la puttana non si ferma e continua a succhiare dolcemente fino a quando il cazzo non le si affloscia completamente tra le labbra, poi senza problemi ingoia tutto prende due scottex, uno lo usa per pulirmi diligentemente il cazzo e laltro se lo passa sulle labbra, mi guarda e mi chiede se andava tutto bene, le ho sorriso e le ho detto che è stata una dea, poi è scesa e lho salutata, dopo quella sera sono ritornato dal lei praticamente ogni due giorni, dilapidando nel vero senso della parola dei gran soldi, successivamente quando andavo con lei mi eccitava farmi fare una sega mentre la baciavo con la lingua, mentre lo facevamo io le tenevo la mano e gliela muovevo al ritmo che desideravo, poi gliela toglievo e gli dicevo di leccarsela per metterci la saliva e riprendere a segarmi, quando stavo per sborrare le dicevo di prenderlo in bocca e succhiare, poi purtroppo un giorno non sono più riuscito a trovarla, così ho iniziato a cercare altre prostitute che lavorassero senza guanto.

  • Uomo Cerca Uomo A Torino

    Sono ormai settimane che penso ... Ultimamente è "carinissimo" mi coccola, mi riempie di regali, non certamente costosi , non è certo il valore che contraddistingue un regalo, ma sono costanti, e sempre pensati , m… Read more Una Serata Diversa Allora avevo anni, single, gay, vivevo in un piccolo appartamento mentre stavo finendo l’università e lavora in un piccolo supermercato. Poco prima della chiusura entrò un ragazzo dannatamente carino. Io ero dietro la cassa e mi stavo godendo una… Read more Una storia di Duplex Contrariamente a ciò che pensavo trovai il sistema di tornare ciò che ero grazie ad alcuni amici che mi hanno indicato dei specialisti all’avanguardia eccezion fatta per i lineamenti non troppo virili sono tornato alla mia identità maschile anche se per quanto riguarda il mio apparato sessuale non c’è verso possa tornare ad un ruolo attivo.

  • Bakeca Annunci Trans

    Tornando al presente : non abito più con mia mamma ma da solo in un appartamentino sopra il negozio di una coppia di cinesi dove ho trovato lavoro. Lo so non è un impiego da arricchirsi ma a me basta vivere dignitosamente e soprattutto tranquillamente. Non mi sembrava vero avermi lasciato alle spalle tutto il passato , non ho più coltivato nemmeno nuove amicizie pur di non incappare nuovamente nelle persone che mi avevano trascinato in un punto di quasi non ritorno. Lavoravo tutto il giorno in magazzino e alla sera me ne tornavo a casa solo, single e assolutamente asociale.

  • Incontri sesso Trento

    Credevo finalmente di avermi creato una sorta di eremitica protezione….credevo! Un giorno in cui stavo davvero lavorando come un facchino controllando tutti i colli che arrivavano puntualmente come ogni fine mese, stipandoli nel magazzino e quando mi avanzava un po di tempo occupandomi delle fatture e dei libri mastri, entrò nel magazzino Lin la padrona del negozio e mi disse che dovevo lasciar stare il mio lavoro perché le era stato ordinata della merce di cui io dovevo occuparmi di recapitarla al cliente…un piccolo collo di cartone abbastanza leggero ,presumevo perciò si trattasse di tendaggi o altre stoffe. Presi con me la bolla di accompagnamento e non diedi troppo peso al nome del cliente….grande errore perché il nome Leonardo Gennari avrebbe dovuto risvegliare i miei ricordi!!!!! Verso l’una arrivai al suo domicilio e suonai il campanello.

  • Siti di sesso Firenze

    Vieni al secondo piano, l’ascensore non funziona ti aspetto! ò una voce stranamente conosciuta al citofono…. Il caldo non mi aiutava nel salire le scale con lo stolone tra le braccia poi…..ma ecco in pochi minuti arrivai all’uscio di casa spalancato. Bussai prima di entrare e una volta avuto l’assenso del padrone di casa varcai l’entrata e richiusi la porta dietro di me.

  • Incontri sesso Venezia

    Permesso?” chiesi “Entra…entra pure Gabriella!” Un tonfo al cuore nel sentirmi chiamare al femminile come non succedeva più da ormai un pezzo. Ma quando lo vidi capii tutto! Ancora lui e il mio maledetto passato! Sei sempre bella anche se non hai più le tettine sei sempre molto femminile!

  • Annunci Di Donne A Roma

    Ti sono mancato troietta?” “no non ne voglio più sapere di ciò che ero…..questo è il pacco questa è la bolla quando vuole la firma e la porta alla mia padrona…addio” dissi seccata prendendo la via verso l’uscita. Ma lui fu più veloce e mi bloccò col suo corpo molto più possente del mio. Non sono intenzionato ad ascoltare nulla voglio solo andarmene!” “Adesso Basta!!!!!!! Tu fai quello che CAZZO voglio IO!

  • Annunci Erotici Milano

    CHIARO??????” Ecco pensai , ci risiamo…quella sensazione di sudditanza…l’incapacità di ribellarmi e l’eccitazione già conosciuta in parecchie occasioni…socchiusi gli occhi e me ne andai a sedere sul divano. Leo prese al volo l’occasione capendo ciò che mi stava succedendo: “Il divano era per prima…ora ti metti in ginocchio davanti a me!” “Ti prego Leo….noooo…lasciami andare!!!” “ma dai che è quello che cerchi anche tu! Se non è vero alzati e vattene, altrimenti baciami le scarpe!” Lo osservai ….mi odiavo per quello che stavo facendo ,abbassai il capo verso le sue scarpe di pelle nera mentre avvicinavo le labbra per obbedire lui mi fece cadere sul pavimento con una pedata non violenta ma forte quanto basta per farmi stendere a pancia in su sul pavimento. Adesso te ne vai come sei venuta!

  • Scambio Coppia

    Ti contatterò io quando e come vorrò e a te rimarrà solo l’obbedienza…questa volta però le cose saranno molto diverse e te ne accorgerai da sola. In questa stola c’è ciò che ti servirà quando verrai chiamata, quindi ora la porti via con te…è un mio piccolo regalino di bentornata. Ora vattene…mi dai fastidio solo a vederti troia!” Mi sollevai da terra…presi la stola con me e mestamente me ne uscii….non poteva essere vero…stava iniziando nuovamente….e mi eccitava e impauriva allo stesso tempo. Brava tesoro, continua, non vedo lora di leggerti, smack!

  • Annunci Matrimoniali Gratuiti

    Camminare durante la notte vestita per modo di dire unicamente in lingerie mi metteva in uno stato d’ansia indescrivibile senza poi sapere chi mi stesse aspettando e cosa avesse in serbo per me! Era da circa un’ora che camminavo e le caviglie messe a… Read more Ormai erano mesi che io e la signora Lina eravamo amanti,quella casa era diventata per noi un luogo fuori dal mondo.sembrava uneternità da quando casualmente ero riuscito ad entrare in intimità con quella donna schiva e silenziosa che lavorava al bar vicino casa mia.col tempo era diventata un po più aperta,rideva di più,parlava di più anche se quel velo di tristezza che le velava gli occhi laccompagnava semre. à a letto. ò questa volta Lina rispondeva a tono alle parole di lui,anzi riusciva anche a metterlo a tacere;poi però il capo si pronunciò in unoffesa personale verso di lei e da spettatore neutro mi sentìì in dovere di intervenire e di far presente che certe cose non si dicono ad una signora.

  • Sito Di Annunci

    Lina mi interruppe e mi disse: -cortesemente non si intrometta in cose che non la riguardano- non risposi nemmeno,rimasi basito,consumai il mio caffè e andai via. ì freddo? ò un suo messaggio di scuse e mi disse che mi aspettava a casa per il solito orario.il mio cazzo si eresse in un microsecondo. ù cobalto;un reggiseno di pizzo talmente stretto che le sue tette straborbadavo da ogni lato,due capezzoli turgidi premevano contro il reggiseno e stavano quasi per bucarlo,una mutandina ricamata dalla quale si vedeva la ricrescita dei peli pubici,aveva i capelli sciolti,neri e lucenti raccolti in una coda,scarpe blù col tacco -ciao-mi disse e mi baciò intensamente.rimasi fermò in mezzo al salotto senza muovermi,assaporando le sue labbra e la sua lingua;lei mi abbracciò e mi palpeggiò il culo -stasera ho una voglia tremenda-mi disse anche io avevo una voglia tremenda di farle assaggiare ancora il mio cazzo,volevo scoparla forte quella sera,era proprio bellissima.

  • Annunci Roma Adulti

    ò con voracità,su e giù dalla base alla cappella e ritorno aiutandosi con la spinta delle molle del letto,iniziò a pompare ad un ritmo forsennato emettendo mugulii,le sue tette penzolavano nel vuoto e vedevo i capezzoli ancora più duri del solito;le presi con una mano la coda di capelli e laiutai a succhiarmi ancora più forte -forte Lina,SUCCHIA forte...- -mmmmmmmm....mmmmmm....mmmmmmmm.... ò finchè non esplosi nella sua bocca,non mi trattenni e sborrai in unorgasmo stupendo -oh che pompa Lina- lasciò il mio cazzo con la sborra che le colava agli angoli della bocca;si pulì e sputò tutto in un fazzoletto -rimani così-le dissì andai dietro di lei e ammirai quel culone enorme,lo toccai,poi presi a morsi una chiappa -dai,ho voglia di godere-mi disse le spostai le mudantine e le infilai un dito in culo;iniziai a penetrarla mentre con laltra mano gliela infilai in bocca facendomrela succhiare ancora;scopriì la fua fica bagnata e laiutai a sfilarsi le mutande. ì?- urlava di piacere e fece scorrere qualche goccia sul letto;presi a leccarle la fica sempre mentre si trovava a pecorina,era tutta bagnata di piacere poi mi stesi sotto di lei e continuai a leccare quel figone,ora riuscivo anche a stringerle i capezzoli -oh,mi fai godere,oh mio Dio -vuoi il cazzo Lina? Lina- la pompai forte,volevo che lo sentisse tutto e volevo anche sfogarmi della situazione di quella mattina.

  • Annunci Erotici Trento

    Lina- -si,si,si solo tua,fammi tua-rispose -ora ti faccio provare una cosa- uscìì dalla fica e linculai direttamente affondando tutto il cazzo dentro;diede unurlo di piacere la presi per i capelli e le sfondai il culo vergine -ahi,ahi,mi fa male...- affondò la testa nel materasso e alzò ancora di più il culo in modo da poterglielo fottere meglio -oh Lina,che culo magnifico- -mi stai facendo morire stasera... ù male vero? è non sentìì di nuovo la sborra risalire dalle palle,mi alzai e questa volta le schizzai tutto in faccia,in bocca,in fronte -succhia ancora Lina- mi feci succhiare ancora il cazzo che andava mosciandosi,anche lei non voleva saperne di lasciarlo. Lina mi disse -oggi il caffè glielo offro io- gavinosanna to Sushiandre : già eva notty ha delle tettone che ti fanno sborrare solo a guardarle to mrghent : Peccato eva è stupenda to Sushiandre : la stessa della seconda parte.

  • Coppia Cerca Uomo

    Certo sisi molto, esaustiva direi...incredibile in un sito come questo ti hanno censurato la foto. Doveva essere proprio particolare. Sushiandre : spero ti sia piaciuta,purtroppo mi hanno censurato la foto to untipo : grazie,vado da lei a prendere un caffè to untipo : ti è piaciuti il ritorno della signora Lina? Avevo finalmente trovato lavoro ed ero riuscito a raggiungere il mio scopo, andarmene da casa dei miei a vivere da solo nella grande città!

  • Siti di incontri Ancona

    Lo so suona molto provinciale, ma sognavo che un piccolo appartamento, certo non un loft, ma qualc… Read more "Oggi è il compleanno di mia madre e vuole che ci sia anche tu da noi; nulla di eccezion… Read more Alle due e mezza del pomeriggio feci una veloce doccia in vista dellincontro galante con la bella vicina. Nonostante il lungo riposo della mattinata non mi sentivo molto in forma, tuttaltro: dal piccolo specchio del bagno riuscii a contare sul mio… Read more la conobbi per caso un giorno in cui ero in giro a fare shopping,aveva anni e studiava economia era in Italia da e parlava benissimo nonostante il suo accento doltralpe.Christelle era una bellissima ragazza nera,francese di origine senegalese.alta nel suo metro e settantacinque,capelli neri lunghi e lisci,occhi tirati anche essi neri,sopracciglie folte e curate una bocca enorme come solo gli africani hanno,due poppe sporgenti nella sua maglia nera attillatissima e due chiappe belle sporgenti nel suo jeans.camminava per strada e subito notai quel rossetto rosso fuoco che illuminavano le sue labbra carnose,mi avvininai con una scusa qualsiasi, e le chisi cortesemente se potesse indicarmi la strada per le poste più vicine;mi rispose sorridendo che stava andando nella stessa direzione.non volevo sentire altro ci avviammo insieme.era di una simpatia e di una solarità unica,quando sorrideva le si aprvano delle fossette sulle guance e non potevi non volerle bene. Christelle è quì davanti a me nuda,una statua debano che si staglia in questa stanza che abbiamo preso in affitto per dedicarci qualche ora di intimità,il suo corpo è quello di madre natura,sembra venuta da unaltro mondo solo per farmi felice. à del suo culo che sembra roccia vulcanica.le prendo i capelli tra le mani e le lecco la faccia come un felino.

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |