Sexy

  • Annunci Erotici Venezia

    Allora lui affondò il viso tra le due mezze mele e prese a leccarne linterno sfiorando con la punta della lingua il buchetto. Ero fuori di me dal piacere e abbassai la schiena in modo da protendere il culo verso di lui. Ero bagnata fradicia e quando la sua lingua raggiunse finalmente la mia femminilità lo incitai a leccarmela per bene. Il ragazzo non si fece certo pregare e si fece una lunghissima lappata di figa che mi portò sullorlo dellorgasmo.

  • Ragazze Cerca Uomo

    Ma non volevo ancora venire, così lo feci sdraiare sulla schiena e mi sedetti delicatamente sul suo viso per farmi leccare il buco del culo, cosa che fece con grande perizia lavorandomelo a lungo con la punta della lingua. Quando mi rialzai dal suo viso mi dedicai alla sua mazza. Era bella, dio quanto era bella! Feci scorrere la pelle che la ricopriva, calda e setosa, e scoprii la cappella, larga, rossa e umida, con dei bei bordi spessi e rialzati che chiedevano solo di essere leccati, cosa che feci prontamente strappando a Luca un gemito di piacere.

  • Donna Cerca Uomo Torino

    Le mie labbra e la mia lingua giocarono a lungo con quel cazzo formidabile che sprigionava maschia potenza. Non mi ero mai imbattuta in una verga del genere e non vedevo lora di sentirmela in pancia. Prima di scoparmi quel pezzo di giovanotto volli però farlo godere ancora con la bocca e lo leccai tutto dalla testa ai piedi. Quando mi dedicai ai suoi coglioni li trovai giganteschi ed ebbi un fremito di piacere al pensiero di come glieli avrei svuotati.

  • Incontri sesso Campobasso

    Sedette anche lui sul mio viso e si fece leccare per bene il buco del culo incitandomi ad infilargli la punta della lingua più in profondità che potevo. Quando mi accorsi che il suo cazzo iniziava a sbavare rilasciando un filo sottile e trasparente di materiale colloso pensai fossi giunto il momento di prenderlo in pancia e gli offrii le cosce spalancate invitandolo a sbattermelo dentro più in fondo che poteva. Quanto tempo era che non veniva scopata così intensamente? Dieci anni, forse venti, forse non ero mai stata montata così, da un giovane così bello e allo stesso tempo con quella delicatezza e quella potenza.

  • Annunci Adulti L'Aquila

    Sentivo il suo grosso membro riempirmi completamente e scorrere ritmicamente dentro di me mentre mi copriva di baci appassionati. Venni due volte di seguito con una tale intensità da lasciarmi completamente svuotata e quando mi annunciò che stava per venire anche lui mi preparai a venire per la terza volta. Godemmo insieme, una goduta lunghissima, interminabile. Sentivo i suoi schizzi dentro di me, li sentivo tutti, uno ad uno mentre venivo scossa dal mio terzo, potentissimo orgasmo.

  • Annunci Adulti Firenze

    Non avevo mai goduto tanto in vita mia. Glielo dissi e lui mi sorrise mostrando i suoi bei denti bianche e regolari. In quel momento me lo sarei scopato unaltra volta. Invece dovetti andare al bagno perché stavo perdendo tutta la sua sborra.

  • Annunci Donna Torino

    Doveva avermene scaricata in pancia una quantità pazzesca. Quando mi raggiunse in bagno facemmo la doccia insieme e mi accorsi che il suo membro era di nuovo eretto. Glielo spompinai per un po, poi uscimmo dalla doccia e, ancora tutti bagnati, tornammo in camera da letto dove mi fece inginocchiare per mettermelo alla pecorina. In quella posizione lo sentivo ancora di più e raggiunsi facilmente il mio quarto orgasmo della serata.

  • Donne A Pagamento

    Quel ragazzo era una vera macchina da sesso e quando me lo sfilò intuii cosa stava per accadere. Come avevo previsto si stava sistemando per sbattermelo nel culo. Ebbi un attimo di paura. Non che ce lavessi vergine, ma un conto era prendere il cazzetto di mio marito, un altro conto accogliere quella popò di mazza.

  • Annunci Per Adulti Treviso

    Comunque accettai di buon grado di farmi rompere il culo da quella stanga nodosa e possente e mi sistemai nella posizione migliore per permettergli loperazione. Con la testa sul cuscino ed il culo proteso verso di lui lo sentii appoggiare la cappella contro il mio buchetto posteriore come a prendere le misure. Poi, con un secco colpo di reni, lo sentii affondare nei miei sfinteri. Lanciai un grido di dolore che lo fermò per una frazione di secondo, ma subito dopo con un secondo colpo di reni guadagnò altro spazio e a poco a poco scivolò tutto dentro di me.

  • Annunci Torino Donna Cerca Uomo

    Pervasa da un dolore terribile cercai di sfilarmi ma lui mi trattenne per le spalle e, incurante dei miei lamenti e delle mie suppliche affondò più che potè e cominciò a pomparmi sempre più velocemente e potentemente. Piangevo come un vitello implorandolo di sfilarsi ma, più lamentavo, più lui pompava. Sentivo il rumore dei suoi grossi coglioni che sbattevano contro le mie chiappe ed i suoi grugniti di piacere. Mi stava inculando a più non posso godendo come un pazzo e capii che non si sarebbe fermato fino a quando non avesse goduto, così smisi di lamentarmi.

  • Bacheca Donna Cerca Uomo

    Aggrappato alle mie spalle mi cavalcava furiosamente e fu così che ci trovò Marco, tornato improvvisamente a casa a vedere che fine avesse fatto lamico. Cosa state facendo? La sua voce ci colse di sorpresa. Lanciai un urlo di sorpresa e cercai di disarcionare il mio stallone, ma quello non mollò la presa.

  • Annunci Adulti Bs

    Per nulla turbato dallarrivo di mo figlio continuò a pomparmi inesorabilmente. Non lo vedi? Superato lattimo di stupore Marco fece per andarsene. Scusate, non pensavo...non immaginavo...insomma me ne vado, fate pure.

  • Donne Sposate Cercano Uomini Sposati

    No, aspetta – gli urlai. Non andartene, devo spiegarti. Cè poco da spiegare - fece lui. Lo stai prendendo nel culo dal mio amico.

  • Incontri sesso L'Aquila

    Cosa mi vuoi spiegare? A quel punto Luca si sfilò. Che cazzo sei venuto a fare? Mi stavo facendo la più bella inculata della mia vita.

  • Incotri Per Adulti Genova

    Mi dispiace Luca, continua pure. Mi sentivo una merda. Quei due parlavano come se fossero stati in presenza di una troia qualsiasi, non della madre di uno dei due. Ero ancora alla pecorina e non osavo guardare in faccia mio figlio.

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |